Mattarella all’apertura dell’anno accademico Univpm nomina fatti Nuova Zelanda: “Chi cancella la storia cancella la civiltà”.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella era questa mattina ad Ancona durante l’apertura del 50esimo anno accademico dell’Università Politecnica delle Marche. Il presidente ha citato i nomi scritti sulle armi degli attentatori, tra cui “Luca Traini, il doge di Venezia Venier vincitore della battaglia di Lepanto e Carlo Martello, vincitore della battaglia di Poitiers”: “cancellare la storia e rifiutare la storia cancella la civiltà”.
Secondo il presidente, il terrorismo islamista si combatte, come è stato fatto in Italia, con prevenzione attenta, attività delle forze ordine e della magistratura, e forza della legge. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’apertura del 50/o anno accademico dell’Università Politecnica delle Marche. Bisogna rifiutare “la predicazione di odio e contrapposizione che colpisce innocenti da tutte le parti”. Il presidente ha contrapposto a questi concetti negativi il ricordo di alcuni giovani ricercatori come esempi positivi, sottolineando “il ruolo importante dell’università” in questo contesto.

foto: Ansa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *