Bootlegger no.152, il cocktail bar dal sapore clandestino che ti riporta indietro nel tempo

CIVITANOVA MARCHE (MC) – Bootlegger no.152 è un’istituzione tra i cocktail bar di Civitanova. Il locale è dedicato alla figura del Bootlegger, in inglese “contrabbandiere”, che contrabbandava alcool all’epoca del Proibizionismo americano (dal 1920 al 1933) in luoghi detti speakeasy, in cui si entrava con una parola d’ordine. Erano bar clandestini dove si vendeva illegalmente alcool, proibito su tutto il suolo statunitense. I bootlegger comparvero alla fine dell’Ottocento e scomparvero dopo il 1933.
1546184_432584056895360_7688744357280009282_n
23379859_943332332487194_5991479485025867113_n
Il cocktail bar di Marco Diomedi è stato inaugurato nel 2014 ed è stato rinnovato recentemente nel suo piano terra con guanti da boxe incorniciati alle pareti dipinte di bronzo, che gli conferisce ancora di più un’aura Newyorchese. Il nuovo menù di cocktail è ispirato ai grandi boxer della storia: Marciano, La Motta, Ray Robinson, Carnera, Foreman, Mayweather, Parisi, Ali, Tyson, Holyfield, Figg, Joshua. Gli ingredienti contengono alcolici e bevande sia dal gusto retrò come angostura, chinotto, granatina che dal sapore moderno e ricercato come honey whiskey, basilic sirop, fava di tonka. Il connubio drink e pugili non è a caso: questo tipo di atleti ha sempre avuto problemi con l’alcool ed è stato coinvolto in lotte clandestine.
Diomedi ha scaffali dietro al bancone pieni di bourbon e gin di qualità, oltre ai classici tipi di alcool. Il bar è sempre affollato nei weekend, mentre nei feriali è spesso frequentato da coppie. Marco esercita il lavoro di barman da vent’anni, è stato a Londra per fare esperienza ed il suo primo locale lo ha aperto a Porto Sant’Elpidio, si chiamava Vesper come il cocktail di James Bond, le cui immagini dei film interpretati da Sean Connery tappezzano il secondo piano del Bootlegger.
12802973_601880966632334_5567480876831629200_n
23632639_948817791938648_7088610567051969607_o
12742155_601104693376628_6343416237660636521_n
La particolarità di Marco è che se si desidera un tipo di cocktail visto in giro o all’estero, lui è pronto a rifarlo volentieri ed accontentare il cliente. Rivela a sorpresa che uno dei drink più pericolosi da bere è il classico Martini. “È gin puro aromatizzato sul ghiaccio col Martini dry”. Ed è uno dei cocktail più richiesti perché il Bootlegger lo prepara ben secco come dovrebbe essere servito. Altri drink preferiti dalla clientela sono: Moscow Mule, Gin Tonic, Fashion. È tornato alla grande nei consumi anche il distillato messicano Mezcal.
Marco organizza sempre serate e prossimamente organizzerà un corso per barman.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *