Aggredisce compagna e figli e tenta di investirla con lo scooter, uomo allontanato dalle vittime

FERMO – Una donna straniera, stanca dei comportamenti aggressivi del convivente sia nei suoi confronti che verso i figli della donna, nati da un precedente matrimonio, decide all’ennesima lite, di richiedere l’intervento dei carabinieri al 112.
I primi giorni del mese di settembre i militari sono intervenuti di notte su richiesta della donna nella sua abitazione, dove il compagno convivente per futili motivi l’aveva aggredita verbalmente, minacciandola di morte davanti ai figli minori. Quando la stessa aveva manifestato l’intenzione di procedere nei suoi confronti attraverso i carabinieri, l’ha inseguita tentando di investirla con uno scooter. La pattuglia ha interrotto l’azione dello stesso che si è dato alla fuga, facendo perdere le proprie tracce.
I militari, dopo essersi sincerati delle condizioni di salute della donna e dei tre figli minori, hanno affidato la famiglia prima alle cure sanitarie, poi ad un altro parente, che ne prendeva carico per evitare ulteriori pericolose conseguenze.
Le ricerche dell’aggressore, durate tutta la notte, hanno dato esito negativo. La donna è stata ascoltata in caserma e ha raccontato nei dettagli una situazione ormai divenuta insostenibile da mesi. Un compagno padrone, aggressivo e violento, addirittura arrivato a picchiare la donna alla presenza dei figli minori, o violento con loro, che tentavano spesso di difendere la madre.
I fatti sono stati segnalati all’autorità giudiziaria e sono state raccolte prove attraverso anche altre testimonianze.
Ieri l’uomo, allontanato nell’immediatezza, è stato colpito da provvedimento cautelare emesso dal Tribunale di Fermo.
Divieto di comunicazione e di avvicinamento per maltrattamenti in famiglia e lesioni alla ex convivente, ai figli minori, ed ai luoghi frequentati dalle parti offese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *