Maxi sequestro di serpenti al porto di Ancona, una nave greca trasportava illegalmente gli animali

ANCONA – Maxi sequestro di rettili nel porto di Ancona da parte della Guardia di finanza che, insieme alle Dogane, ha realizzato un’operazione a tutela delle specie animali protette dalla Convenzione di Washington (Cites). Le Fiamme Gialle hanno individuato un automezzo, sbarcato da una nave proveniente dalla Grecia, che trasportava illegalmente 138 serpenti del tipo Python s.p.p., di vari colori e dimensioni: la loro vendita avrebbe consentito un illecito guadagno di circa 35 mila euro. I pitoni erano destinati alla fiera ‘Verona Reptiles’. I possessori hanno esibito documenti in lingua greca relativi ad una presunta autorizzazione all’importazione, esportazione e commercio di flora e fauna protette, nonché certificati di origine dei rettili in bianco non validi per la legge italiana. I possessori sono stati denunciati alla Procura di Ancona: rischiano un’ammenda da 20 mila a 200 mila o l’arresto da sei mesi ad un anno. I pitoni sono stati affidati ad una struttura specializzata in Umbria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *