G7, in arrivo ulteriori militari in Ancona per intensificare controlli

ANCONA – In vista del G7 di Taormina, che dal 26 al 27 maggio porterà in Italia i Capi di Stato e di Governo, il ministero dell’Interno ha disposto un’eccezionale intensificazione dei controlli nel Paese, e, accogliendo la proposta del prefetto di Ancona Antonio D’Acunto, ha assegnato alla provincia di Ancona altri 17 militari da destinare ai servizi di sicurezza e vigilanza. Per mitigare eventuali disagi dovuti al ripristino dei controlli alle frontiere, che scatterà dal 10 al 30 maggio, l’Autorità portuale, assieme alla Capitaneria di porto e alla Polizia di frontiera, ha predisposto un sistema di costante informazione ai passeggeri, alle compagnie di navigazione e alle agenzie di viaggio. Le misure sono state discusse dal Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, convocato dal prefetto. Vi hanno partecipato fra gli altri il sindaco di Ancona, l’assessore alla Sicurezza e il comandante della Polizia municipale, il presidente della Provincia, le Forze di polizia, l’Autorità portuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *