Confartigianato spiega alle aziende come comunicare il ‘Made in Italy’

MACERATA – Prosegue il progetto di formazione gratuita “Moda e Internazionalizzazione” per le imprese del settore Moda, organizzato in sinergia con ITA e nato nell’ambito del più ampio contenitore “SOS Export”, che ha già visto l’organizzazione di workshop, seminari su l’utilizzo del web, l’importanza del packaging e come prepararsi alle fiere.

Dopo gli appuntamenti con la docente Michela Zio sul Marketing e quello con Patrizia Benelli sulla Comunicazione aziendale, Confartigianato Imprese Macerata ha organizzato un corso su come “Comunicare il Made in Italy” a cura del docente Albero Peretti, che si è tenuto presso la sede di Confartigianato Civitanova nella giornata di  5 dicembre.

Tutti gli incontri, che hanno trattato argomenti come appunto il Marketing, Comunicazione e Prodotto, sono stati pensati per fornire input e consigli pratici per le varie fasi di internazionalizzazione sotto la guida di professionisti esperti del settore.

Il dott. Alberto Peretti ha analizzato insieme ai partecipanti, dei casi di successo di imprese italiane basati proprio sul lavoro made in Italy. Inoltre gli imprenditori hanno potuto partecipare ad un interessante workshop in cui si sono esercitati a calare la prospettiva teorica del lavoro made in Italy nei loro scenari imprenditoriali.

“Questo programma di formazione gratuita, ha dichiarato Moira Amaranti, Presidente Nazionale della Calzatura di Confartigianato, “è stato molto apprezzato dalle nostre aziende che hanno ricevuto gli strumenti utili per mettere in campo un approccio strategico e scoprire tutte le opportunità del Made in Italy per la valorizzazione aziendale. È proprio sul made in Italy che dobbiamo puntare, perché è il nostro punto di forza, ciò che realmente sul mercato può fare la differenza. Sicuramente questi cicli di formazione pensati ad hoc per le nostre imprese  verranno riproposti anche per il nuovo anno, così da proseguire nel nostro percorso di formazione imprenditoriale e di internazionalizzazione delle eccellenze della manifattura italiana”.

“Confartigianato crede fermamente nell’importanza dell’attività di internazionalizzazione”, afferma Paolo Capponi, responsabile Ufficio Export, “ed è per questo che l’impegno dell’Associazione è costante e in continua evoluzione in tal senso. Il format SOS Export è stato molto apprezzato dalle nostre imprese perché tutti gli incontri organizzati sono stati pensati e strutturati per essere propedeutici al percorso di internazionalizzazione che le aziende devono affrontare, fornendo loro tutti gli strumenti utili per migliorarsi. A Gennaio ripartiremo subito, ad esempio, con un Incoming per il settore Calzatura e Pelletteria che si terrà a Civitanova Marche martedì 30, e al quale parteciperanno buyer esteri provenienti da Ucraina, Kazakistan, Russia, Emirati Arabi e Corea. È molto importante poter offrire ai nostri imprenditori occasioni come queste, in cui possano approcciarsi a nuovi mercati e instaurare proficue collaborazioni commerciali”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *