Dub Files lancia un reggae party all’Heartz di Fermo

CAMPIGLIONE DI FERMO (FM) – Sabato 17 febbraio Dub Files arriva dalle 22 in poi all’Heartz Club di Campiglione di Fermo (Contrada Campiglione, 20).  Il progetto è di Paolo Baldini di Pordenone, uno dei produttori più interessanti del panorama indipendente italiano. Con la sua prima band (B.R.Stylers) si distingue nel panorama reggae italiano per l’uso predominante dell’elettronica e di sonorità di ispirazione UK, suo segno distintivo per un lungo periodo. Nel 2006 entra a far parte degli Africa Unite, dei quali produce due dischi (Controlli e Rootz). La collaborazione con Madaski si estende anche al progetto Dub Sync, di cui è bassista e produttore. Il suo approccio si fa sempre più analogico e ispirato ai grandi nomi del dub made in Jamaica come King Tubby o Scientist. Nel 2010 produce per i Tre Allegri Ragazzi Morti “Primitivi Del Futuro”, esperimento di contaminazione rock-reggae, che avrà un seguito in “Nel Giardino Dei Fantasmi”, dove invece il rock è tinto di world music. È̀ il produttore storico dei Mellow Mood, il suo prodotto di respiro più internazionale, e di cui cura anche i progetti paralleli. Nel 2014 esordisce per La Tempesta Dischi con il progetto DubFiles, testimonianza del suo lavoro di dubmaster, accompagnato da diversi cantanti (Mellow Mood, Forelock, Richie Campbell, Sr. Wilson, Andrew I e Dub Fx). Il tour che segue porta Baldini ad esibirsi in Italia, Francia e Spagna. Ad inizio 2015 si reca in Giamaica per registrare il suo secondo album, intitolato “DubFiles at Song Embassy, Papine, Kingston 6”. Una ventina di artisti provenienti dal ghetto di Papine, la maggior parte dei quali assolutamente sconosciuti, trasforma le strumentali di Baldini in un tributo al multiforme genio giamaicano più genuino e spontaneo, in una sessione di registrazione a cavallo tra esibizione e reggae party. L’album, accompagnato da un documentario che ne racconta genesi e fasi di realizzazione, è uscito ad aprile 2016 per la neonata La Tempesta Dub, sub-label della più famosa La Tempesta Dischi, gestita dallo stesso Paolo Baldini e dai Mellow Mood. I singoli estratti dal disco, “Boom (Wah Da Da Deng)” e “Kingston 6”, stampati su 7” per celebrare la nascita dell’etichetta, sono andati sold-out nel giro di poche settimane e saranno nuovamente disponibili nel corso del 2017. Baldini continua l’attività live esibendosi in tutta Europa e partecipando a festival come Reggae Live (Messico), Siempre Vivo (Cile) e Sierra Nevada World Music Festival (Stati Uniti).

L’open act è affidata a Polleggio Hi-Fi e Muccigna Roots. L’evento è organizzato grazie al supporto di Marche Dub Family e Bababoom Festival.

Per informazioni telefonare a 331 4382699 o  338 3061648, oppure inviare un’email a heartzconnection@gmail.com .

26231711_554430974904150_1290610465347525861_n

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *