Sostituito con successo cuore artificiale con altro cuore artificiale ad Ancona

ANCONA – Primo intervento effettuato per la prima volta in Italia sei mesi fa all’ospedale Lancisi dell’Aou Ospedali Riuniti di Ancona e tentato solo quattro volte nel resto del mondo: sostituire un cuore artificiale con un altro di nuova generazione. L’operazione, eseguita dall’équipe del cardiochirurgo Marco Di Eusanio assieme al direttore di Anestesia e Rianimazione cardiochirurgia Christopher Munch e a quello di Cardiologia Gian Piero Perna consistita nel sostituire ad un paziente70enne di Macerata, Ennio Carassai, il Vad (ventricular assist device-dispositivo di assistenza ventricolare) che gli era stato impiantato a Milano quattro anni fa, rivelatosi con il tempo malfunzionante, con un altro nuovo e più moderno. Sei anni fa Carassai era stato colpito da un infarto che gli aveva provocato una grave riduzione della funzione cardiaca, e per salvarlo gli era stato impiantato un Vad, in sostanza una pompa che sostituisce la funzione dei ventricoli, che negli anni aveva provocato trombosi.

Foto: Ansa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *