Professore di anatomia si uccide dopo sentenza di condanna

MACERATA – Dopo la sentenza di condanna di lunedì 23 aprile del Tribunale di Macerata per abusi sessuali sui suoi studenti, il professore Francesco Parillo, docente di Anatomia nella Facoltà di Veterinaria dell’Ateneo Unicam, residente a Perugia, ha assunto un mix di farmaci che l’ha portato alla morte. Il Tribunale gli aveva prescritto tre anni di carcere. Il professore era colpevole di palpeggiamenti e carezze hard agli studenti dei suoi corsi, tre dei quali si erano costituiti parte civile. Da martedì 24 aprile non rispondeva al telefono. Vigili del fuoco e carabinieri lo hanno trovato seduto su una poltrona in stato d’incoscienza. Poi l’hanno trasportato in ospedale, dove i medici hanno rilevato l’assunzione di diversi farmaci, oppiacei soprattutto, ed hanno tentato inutilmente di rianimarlo. L’uomo aveva sempre negato le accuse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *