Tre pusher indagati per morte Pamela Mastropietro

MACERATA – Ci sono anche tre pusher nigeriani coinvolti nelle indagini sul massacro di Pamela Mastropietro tra i 27 destinatari di misure cautelari per spaccio di droga eseguite da polizia e carabinieri, coordinati dalla Procura di Macerata. Circa 4mila gli episodi di spaccio gestiti da una rete di spacciatori, soprattutto d’eroina, che si erano spartiti la città in tre zone: le ‘palline’ di droga venivano nascoste in bocca. Arrestati i presunti capi dei pusher: Happiness Uwagbale, 19 anni, catturato a Ferrara, e Osas Nelson Adoghe, 35 anni, entrambi nigeriani. Innocent Oseghale, in carcere con l’accusa di aver ucciso e fatto a pezzi la 18enne romana, è stato raggiunto da obbligo di dimora; custodia in carcere per Awelima Lucky e Lucky Desmond, già detenuti a Ferrara, indagati e scagionati dall’accusa dell’omicidio di Pamela e di recente condannati per spaccio. L’operazione è stata illustrata dal Procuratore Giovanni Giorgio con il Questore Antonio Pignatone e i vertici di Squadra Mobile e Carabinieri.

foto: CorriereAdriatico.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *