L’Atelier Balayage di Tony Maradonna, il primo salone specializzato in balayage, presenta il party di Natale

Tony Maradonna è il titolare del primo salone da parrucchiere completamente dedicato alla tecnica di schiariture di luce naturali, il balayage, ed ha deciso di presentarsi a tutti gli abitanti del Piceno con un esclusivo Party di Natale nel quale scoprire le meraviglie di questa specializzazione unica e approfittarne per fare regali natalizi esclusivi per i propri cari, il tutto dilettandosi con un gustoso aperitivo.
Dimenticate colpi di sole, mesh o shatush, l’ultima tendenza del momento è il balayage: schiarire i capelli con un effetto naturale. La tecnica, nata a Parigi negli anni Settanta, si è diffusa negli Stati Uniti, ed è tornata alla ribalta nel 2016 per diventare ora estremamente popolare. L’Atelier Balayage di Tony Maradonna a Centobuchi di Monteprandone (AP) è il primo salone specializzato in questa tecnica di schiaritura nella provincia ascolana.
Perché Tony Maradonna, dopo essersi formato dapprima presso il salone della madre, la signora Pia, e poi presso prestigiose accademie sia a Londra che in Italia, ha deciso di aprire il primo salone completamente dedicato al balayage?
“Di saloni che svolgono bene tutte le tipologie di servizi ce ne sono tanti ma ne mancava uno nella provincia di Ascoli Piceno che fosse talmente specializzato in una determinata tipologia di colorazione, al punto da diventarne il numero uno”, spiega Tony, “È così che nasce l’Atelier del Balayage, dall’esigenza di individuare una tecnica di colore unica, che possa riuscire a soddisfare la clientela femminile più attenta e scrupolosa. Col balayage ogni donna può realizzare il desiderio di conservare per tutto l’anno i riflessi dell’estate“. Oggi, infatti, il suo salone è riconosciuto come il numero uno nel balayage e nelle tecniche di colorazione, anche oltre la provincia di Ascoli Piceno.
30740950_2110138665670041_6691924450100641792_n
33176594_2148421925175048_9011121113933021184_n
45091015_2394895327194372_5756196074398154752_n
Sempre più celebrità, tra le quali Sarah Jessica Parker, Cara Delevingne, Olivia Palermo, Jennifer Lopez, Amy Adams, Chiara Ferragni, stanno scegliendo questo metodo di schiariture per fare sfoggio di una splendida chioma.
Ma la domanda sorge spontanea: perché proprio il balayage? Cosa lo rende preferibile rispetto allo shatush, al degradè ed alle altre tecniche di schiaritura?
Il balayage è l’ideale per illuminare il colore originale e per nascondere i primi capelli bianchi, si applica anche per rifinire una colorazione classica sfumandola e sublimando la chioma. È realizzabile anche per chi ha capelli corti e medi e può essere applicato come un velo sulle ciocche superiori, oppure verso l’interno della chioma per dare profondità, o ancora soltanto sulle punte o intorno al viso per apportare luminosità.
“Quando si parla di riflessi luminosi e discreti ci si riferisce a una tonalità che si avvicina al colore naturale”, avverte Tony, “Se le bionde possono puntare su ciocche platino e le chiome castane possono sfoggiare deliziose sfumature miele, il parrucchiere non schiarirà mai troppo il castano scuro di una persona ma opterà per un balayage caramello. Allo stesso modo, a meno che i capelli non siano di un rosso veneziano, il colorista sfumerà la chioma rossa con calde tonalità ciliegia o melagrana ma non con i toni del biondo”. Il balayage non è realizzabile a casa perché solo l’abilità di un colorista fornisce un risultato ottimale.
Se volete scoprire dal vivo le meraviglie del balayage e vedere in prima persona come viene applicato, oltre a scoprire le altre attività della parrucchieria, Tony Maradonna vi invita al suo Party di Natale domenica 9 dicembre alle 18, in cui sarà possibile regalare a conoscenti ed amici i servizi del salone a partire da 15 euro e deliziarsi con un gustoso aperitivo.
Per informazioni e prenotazioni chiamare il numero 0735 702758.
37982893_2256388447711728_66259787620286464_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *