Caso Mastropietro, ad Aprile Oseghale sarà davanti la Corte d’Assise di Macerata

MACERATA – Il 3 aprile Innocent Oseghale, pusher 30enne nigeriano accusato di aver ucciso e fatto a pezzi Pamela Mastropietro, farà dichiarazioni spontanee in aula davanti alla Corte d’Assise di Macerata.
Davanti alla Corte presieduta da Roberto Evangelisti, intanto è proseguita l’audizione di testimoni e consulenti. Tra le persone sentite i tre connazionali di Oseghale, indagati in un primo momento per concorso nel delitto e per i quali la Procura maceratese ha poi chiesto l’archiviazione. Hanno spesso detto: “non ricordo”. Lucky Awelima ha ammesso che Oseghale gli propose di fare sesso con Pamela che era con lui e che in quel momento stava dormendo. Desmond Lucky ha negato di essere stato nella mansarda di via Spalato 124 quella sera e di aver ceduto droga alla ragazza. Sentita la consulente di parte civile, la criminologa Roberta Bruzzone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *