Il Veregra Street Festival entra nel vivo: saltimbanchi, musica e street food per un weekend magico

È iniziata venerdì 21 giugno la XXI edizione del Veregra Street Festival, kermesse internazionale dell’arte e del cibo di strada che si proseguirà sino al 29 giugno 2019 a Montegranaro con oltre 100 spettacoli delle più varie espressioni di arte urbana in piazze e vicoli del borgo, improvvisazioni teatrali in tre case del centro storico, un matrimonio con gli sposi sui trampoli, la sezione Veregra Food con i profumi e le gustosità dello street food di qualità e dei piatti della tradizione marchigiana. Dal 2017 il Festival ha adottato un nuovo format con l’arte di strada programmata all’inizio e alla fine del cartellone – in due blocchi di 3 giorni, ognuno con artisti diversi – e con al centro il Veregra Children, sezione dedicata specificatamente a un pubblico di bambini, ragazzi e famiglie in programma dal 24 al 26 giugno con il Premio Nazionale Otello Sarzi, laboratori e incontri.
All’interno della programmazione c’è anche la sezione PIC Festival, organizzata nell’ambito del progetto europeo PIC, Poetic Invasion (of the Cities), di cui il Comune di Montegranaro è capofila, con spettacoli di compagnie provenienti dal Belgio (nazione ospite per il 2019), spettacoli in spazi non convenzionali, alcuni dei quali di forme d’arte tradizionali (per esempio musica classica e danza classica) e la grande novità del Poetic Invasion International Showcase, una vetrina Internazionale delle arti performative che si svolgerà in spazi urbani e in varie location delle colline montegranaresi nei giorni 10 e 11 luglio.

GLI SPETTACOLI DEL PRIMO WEEKEND
Dopo l’inaugurazione di venerdì 21 giugno, nel primo fine settimana della kermesse continueranno ad esserci tantissimi spettacoli.
Per ciò che riguarda la sezione PIC Festival, dal Belgio ci saranno i Doble Mandoble e i Sitting Dunk con spettacoli circensi e la Cia Jordi l. Vidal con uno spettacolo di acrobazie, danza e teatro fisico.
I Doble Mandoble presentano uno spettacolo molto originale intitolato “La belle escabelle” nel quale combinano magistralmente la manipolazione di oggetti, il teatro fisico e le performances acrobatiche utilizzando molte scale pieghevoli. La proposta di arti in contesti non convenzionali prevede il pianista Paolo Casolo e l’associazione Spazio Hip Hop con uno spettacolo di danza.
Per le grandi attrattività e gli spettacoli di grande formato sono in programma le compagnie catalane Circ Panic e Trespertè. Il Circ Panic presenta lo spettacolo “MiraT” in cui un uomo gioca con grandi pesi e contrappesi alla ricerca dei limiti dell’equilibrio; la compagnia Trespertè lo spettacolo “Oopart” in cui un equipaggio particolare arriva da un viaggio con una macchina nel tempo mostrando eccezionali acrobazie con grande umorismo.
Ci saranno ancora tanti ospiti stranieri come l’artista Noah Chorny dalla Germania che si esibisce con evoluzioni su un lampione fluttuante alto sei metri, il mago comico Keiichi Iwasaki dal Giappone conosciuto per la sua ottima partecipazione a Italia’s Got Talent 2016 ! e la contorsionista e arciera acrobatica Sara Twister dalla Germania che tirerà frecce usando i piedi con e con una assoluta precisione.
Tra gli artisti italiani ci sarà Matteo Galbusera con il suo personaggio Maicol Gatto portato con successo a Tu si que vales nel 2016, il prestigiatore comico Raffaello Corti e la cartoon cover band Miwa e i Suoi Componenti che porterà per le strade di Montegranaro l’Uomo Tigre, Hulk, Spider Man, Capitan America e altri mitici personaggi suonando sigle dei cartoni animati con nuovi arrangiamenti sui ritmi ballabili dello ska, del rocksteady, del reggae, della disco e del punk’n’roll.
Ci sarà anche Piero Massimo Macchini che, dopo avere partecipato a quasi tutte le 20 edizioni del Festival porterà quest’anno in scena in ogni nottata uno spettacolo diverso (inizio a mezzanotte in Piazzetta Bassi) della sua lunga produzione teatrale presentando il 22 giugno “Radical Grezzo” (regia Olivia Macchini) e il 23 giugno “Fatto di Coppia” (regia Paolo Figri). Macchini è un attore, comico, mimo, fantasista e clown marchigiano, si è esibito in molte parti del mondo ed è molto conosciuto e apprezzato nella sua regione grazie al progetto Marche Tube, di cui è il principale protagonista nei panni di numerosi divertentissimi personaggi quali Paciotti, Cochetti, Straffi, Leopardi, Maria Montessori, Allevi, Il Mimo Parlante, Mago Pier Maxime, Dustin Hofmann e Roxy Il Gigolò.
Per ciò che riguarda la musica ci saranno la jug band italo-statunitense No Funny Stuff con una pezzi di ispirazione decisamente old time alimentata però dall’energia tipica del punk rock e i giovani Spaghetti Trap L.A. Pussy di Montegranaro con alternative hip-hop, RnB, jAzz rap, elettro rap e trap, Laura Gismondi con cover e brani inediti, Lorenzo Sbarbati con musica d’autore e la Banda Omero Ruggieri.

IL “VEREGRA FOOD” – STREET FOOD E CIBO DELLA TRADIZIONE LOCALE
Dal 2013 il Festival propone con successo anche la sezione Veregra Food con eccellenze enogastronomiche del cibo della tradizione e del cibo di strada regionale, nazionale e internazionale. In tutte le serate del festival, tra il 21 e il 29 giugno 2019, nel centro storico alcune associazioni propongono il cibo della tradizione locale e in via Gramsci viene proposto cibo di qualità su ruote, street food con van e furgoni provenienti da diverse regioni con tante specialità italiane e straniere.
Un’iniziativa che ha ampliato il concetto di cultura di strada al quale il festival si ispira da sempre e nel quale rientra con importante valenza anche il cibo come elemento fondante dello spirito dei luoghi e delle persone.
Tra le proposte degli street food si troveranno primi piatti, fritti ed altre pietanze di pesce, panini vari, piadine, la crescia di Urbino, hamburger e altri piatti di carne, crepes, dolci vari, bevande fresche e birre artigianali.

LE MOSTRE, IL MERCATINO ARTIGIANALE E GLI EVENTI COLLATERALI
Il Veregra Street Festival coinvolge sempre volontari, associazioni culturali e commercianti che propongono varie iniziative collaterali. Il mercatino artigianale sarà in zona centrale, in via Gramsci e in Piazza San Serafino, e come sempre proporrà oggetti vari e di grande qualità.
La bellissima mostra fotografica Veregra Story è un omaggio alla storia del Festival, un progetto grafico che nasce dall’archivio fotografico delle venti edizioni. Grazie alla collaborazione fra Alessio Santoni e Francesco Marilungo, direttore organizzativo della kermesse, è riemerso dagli archivi comunali un tesoro di immagini che formeranno una grande esposizione allestita nella scalinata che collega Piazza Mazzini a Viale Gramsci, trasformando un passaggio pedonale in una grande galleria en plein air.
Nella sala Arte 2000 di piazza Mazzini ogni sera si potrà visitare Immagini di una grande storia, allestimento fotografico sui 25 anni di attività dell’Associazione Amici della Musica di Montegranaro, con immagini si straordinari concerti e dei tanti musicisti di grande fama che hanno preso parte alle stagioni concertistiche.
Come sempre, vengono proposte visite guidate alla Cripta di Sant’Ugo a cura dell’associazione Arkeo tra le ore 21:30 3 le ore 23:30 (per maggiori informazioni e prenotazioni: tel. 342.5324172).

LA SEZIONE VEREGRA CHILDREN CON IL PREMIO NAZIONALE OTELLO SARZI
Per il terzo anno consecutivo il Veregra Street dedica tre giorni al teatro ragazzi, al teatro di figura e a un pubblico di bambini, ragazzi e famiglie organizzando la sezione Veregra Children da lunedì 24 a mercoledì 26 giugno con spettacoli, laboratori ludico-creativi e incontri con letture e aperitivi succosi e scoppiettanti. Quest’anno la sezione ospita, in collaborazione con Proscenio Teatro e all’interno del Marameo Festival diretto da Marco Renzi, la XXV edizione del Premio Nazionale Otello Sarzi, il più longevo premio italiano destinato a nuove formazioni e a giovani compagnie italiane del teatro per l’infanzia e la gioventù. Da quest’anno il Premio intraprende anche un percorso teso alla promozione del teatro di figura, assegnando un premio specifico dedicato alla memoria dell’artista e scenografo Paolo De Santi, al fine di valorizzare questo genere teatrale a cui Otello Sarzi era particolarmente vicino. Maggiori informazioni in www.marameofestival.it.

IN CASO DI MALTEMPO…
In caso di avverse condizioni metereologiche verranno organizzati cabaret con spettacoli non stop al teatro La Perla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *